Codice Etico

CODICE PER IL PRESIDENTE, I DIRIGENTI, I COLLABORATORI, GLI ACCOMPAGNATORI E I SUPPORTER

  1. Siate sempre consapevoli dell'importante ruolo educativo e formativo che svolgete: il vostro comportamento ne sia all'altezza. Usate un linguaggio non volgare né offensivo e mantenete una condotta esemplare, corretta e leale. Voi rappresentate il club e il suo stile!
  2. Siate i primi a non ostacolare le scelte tecniche e condividetele. Rispettate la suddivisione dei ruoli e delle competenze.
  3. Impegnatevi al fine di fornire a chi lavora sul campo le adeguate strutture, i materiali e le risorse necessari per svolgere qualitativamente e in sicurezza l'insegnamento e la pratica dell'attività sportiva.
  4. Tenetevi aggiornati e preparati sulle tematiche di vostra competenza, al fine di saper gestire al meglio le problematiche attuali e future affrontandole con atteggiamento positivo e suggerendo soluzioni opportune.
  5. Cercate di comprendere l'impegno e le difficoltà degli altri (allenatori, accompagnatori, dirigenti, collaboratori, genitori). Cercate di utilizzare la migliore forma di comunicazione.
  6. Vigilate e fate tutto ciò che è in vostro potere affinché gli obbiettivi e lo stile del Bassa Bresciana Rugby club vengano mantenuti e condivisi da tutti e che nessuno all'interno della comunità possa soverchiarli.
  7. Producete documentazione dell'amministrazione economica e organizzativa, degli obiettivi stagionali e delle decisioni prese dagli organi delle società sia delle singole categorie che dell'intero club. Al fine di valutare di stagione in stagione il lavoro svolto e quello futuro.
  8. Impegnatevi a organizzare momenti di incontro per valutare il conseguimento degli obiettivi dichiarati, l'andamento dell'attività e per migliorare il flusso di informazioni tra le varie figure del club.
  9. Proponete iniziative, in accordo con il consiglio di amministrazione, per sostenere, sponsorizzare e/o raccogliere fondi per il nostro club.

CODICE PER I TECNICI, GLI EDUCATORI E I PREPARATORI ATLETICI

  1. Siate sempre consapevoli dell’importante ruolo educativo e formativo che svolgete nei confronti dei giocatori: il vostro comportamento ne sia all’altezza. Usate un linguaggio non volgare né offensivo e mantenete una condotta esemplare, corretta e leale. Voi rappresentate il club e il suo stile.
  2. Ricordate che il rugby è sport di contatto e combattimento da praticare ad alto ritmo e alto volume, che richiede una preparazione adeguata in rapporto all'età degli atleti e alla proprie esperienze. Lavorate con i vostri atleti IN FUNZIONE di questo.
  3. Ricordate che il fine della vostra attività è la formazione dell'atleta e della persona. Assecondate le naturali inclinazione degli atleti, stimolateli al miglioramento in base alle loro reali possibilità, non ponete il successo agonistico come fine ultimo ma come eventuale risultato di un lavoro educativo di crescita. Mettete sempre al primo posto il divertimento dei giocatori e date maggior rilievo ai miglioramenti che agli errori. L'atteggiamento positivo è una caratteristica peculiare dello stile del nostro club.
  4. Mantenetevi sempre aggiornati sulle tematiche tecniche in accordo alle direttive della FIR (corsi, aggiornamenti, ecc...) in modo da condividere un stile di insegnamento del rugby "Italiano". Ambite a raggiungere il livello massimo che potete permettervi, la comunità vi darà un sostegno in questo.
  5. Non criticate mai arbitri, medici o chiunque permetta di praticare l'attività sportiva e ricordatevi di ringraziarli per la loro presenza. Cercate il confronto costruttivo se avete delle differenti posizioni.
  6. Educare i giocatori ai valori riconosciuti dal nostro club valorizzando il rispetto degli avversari e dei membri della comunità stessa. Insegnate fair play e disciplina, non tollerate la violenza, le risse o le offese verbali. Fate tutto quello che è in vostro potere per mantenere il gioco divertente e sicuro per tutti.
  7. Impegnatevi sempre perché tutti i ragazzi accrescano il loro livello di apprendimento e vivano esperienze gratificanti.
  8. Riconoscete e sostenete gli atleti dalle migliori qualità e fate il possibile affinché questi possano allenarsi e giocare al massimo livello.
  9. Valutate e informate periodicamente i vostri giocatori del livello di apprendimento utilizzando dei parametri comuni a tutti i tecnici, educatori e preparatori atletici del club al fine di aiutare i ragazzi a capire dove possano migliorare durante il loro percorso di crescita.
  10. Producete documentazione su obiettivi ruoli e attività pianificate e svolte dalle categorie durante la stagione sportiva in modo da tener traccia e poter valutare i lavori svolti nel corso degli anni e fatene pervenire copia al consiglio di amministrazione.
  11. Impegnatevi a organizzare momenti di incontro per valutare il lavoro tecnico svolto e da svolgere e per migliorare il flusso di informazioni tra le varie figure del club.

CODICE PER I GIOCATORI

  1. Giocate esclusivamente per il vostro diletto e per la realizzazione di voi stessi come rugbisti e come uomini, non per accontentare i genitori, l’allenatore o altri.
  2. Attenetevi alle regole di comportamento del club sia durante l'attività sportiva che nella vostra vita quotidiana. Usate un linguaggio non volgare né offensivo e mantenete una condotta esemplare, corretta e leale. Voi rappresentate il club e il suo stile! E' vietato a tutti i giocatori di fare uso di sostanze dopanti o illegali e ai giovani di fumare e di abusare di alcool.
  3. Siate grati e rispettate tutte le persone che vi permettono di giocare e imparare lo sport che voi avete scelto e che vi diverte: compagni, avversari, allenatori, dirigenti, arbitri, volontari, ecc...
  4. Non stancatevi mai di imparare.
  5. Praticate con entusiasmo allenamenti, gare e ogni attività proposta per voi dal club e ambite a migliorare continuamente. Onorate il "Terzo Tempo".
  6. Ricordate che siete parte di una squadra, allenatevi sempre con serietà, per il miglioramento vostro e degli altri. Bandite la critica subdola e predisponetevi a un confronto costruttivo, collettivo e/o individuale.
  7. Vincete con modestia e perdete con dignità
  8. Collaborate con i vostri compagni e gli allenatori proponendo miglioramenti e chiarendo dubbi o incomprensioni nella forma comunicativa migliore. Le cose funzionano se c'è dialogo.
  9. Ricordate che l'impegno scolastico non deve essere ostacolato da quello sportivo. Impegnatevi a divenire bravi studenti per assicuravi un futuro da uomini responsabili al massimo delle vostre possibilità.
  10. Rispettate e onorate il vostro impegno con il club, partecipate, siate puntuali e comunicate sempre eventuali assenze o problemi.
  11. Rispettate le strutture di gioco, gli spogliatoi, il materiale da allenamento e quello che avete in dotazione. Siate consapevoli che il mantenimento di tutto questo è frutto di duro e costante lavoro di chi pensa a voi.

CODICE PER I GENITORI E/O TUTORI

  1. Ricordate che i ragazzi giocano a rugby per il loro divertimento. Non scaricate sui ragazzi le vostre aspettative, non mettete addosso a loro pressione.
  2. Educate vostro figlio a rispettate tutte le figure che direttamente e indirettamente, all'interno della comunità, collaborando alla sua crescita.
  3. Cercate di comprendere l’impegno e le difficoltà degli allenatori e dei dirigenti. Ricordate che il fine deve essere sempre il bene di tutti i ragazzi della squadra.
  4. Non criticate mai le decisioni di chi arbitra e non mettete in discussione la sua onestà. insegnate a vostro figlio a fare lo stesso.
  5. Siate d’esempio nel valorizzare i gesti migliori di entrambe le squadre a confronto.
  6. Non ridicolizzate, sgridate o umiliate mai i giocatori, compreso vostro figlio, quando commettono errori o perdono una partita. Ricordate: gli errori fanno parte del processo di apprendimento.
  7. Aiutate vostro figlio a vivere lo sport serenamente, imparando a gestire la sconfitte o delusioni come stimolo al miglioramento e la vittoria come frutto del lavoro svolto tutti assieme.
  8. Collaborate con vostro figlio perché rispetti gli impegni presi e sia puntuale negli orari. Comunicate all’allenatore o all’accompagnatore con anticipo se vostro figlio non può partecipare agli impegni presi.
  9. Assistete vostro figlio nelle sue scelte, ma non siate voi a decidete per lui.

CONCLUSIONI

Tutte le persone facenti parte delle categorie sopra indicate, sono tenute a conoscere e a rispettare incondizionatamente tali codici tramite accettazione scritta al momento del tesseramento alla società.

Al fine di garantire il mantenimento e il controllo di un ambiente sicuro ed eticamente sano per tutti, ma in special modo per i più giovani, si è stabilito di identificare un "Garante della tutela etica del club" che verrà individuato ogni stagione tra i collaboratori e al quale tutti i tesserati possano rivolgersi per segnalare problematiche o consigli che siano indirizzati al raggiungimento degli obiettivi comuni.

ASD Rugby Bassa Bresciana Leno si riserva di adottare tutte le azioni necessarie nei confronti dei soggetti che non rispettino e/o ledano lo stile e l'immagine del nostra comunità.

Scarica il codice etico in formato pdf

Social Network

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su Youtube Visualizza i nostri contatti

Articoli più letti

Ciao Matteo!
Leno, 3 marzo 2017 Ciao Matteo, ci hai lasciato. Ci hai privato della tua contagiosa...
LUCA ANDREANI AMMESSO AL CENTRO DI FORMAZIONE PERMANENTE DI MILANO
Leno, 19 giugno 2017 Il nostro club è lieto di informare che Luca Andreani è...
progetto "IO CI SONO" - Zebre rugby
Leno 02/12/2014 La ASD Rugby Bassa Bresciana Leno è orgogliosa di essere uno...
STORIE DA BBR: IL REGALO DI RICCARDO.
Leno, 17 aprile 2017 Oggi voglio raccontarvi una storia, una come tante forse ma nella sua...